sabato 17 dicembre 2011

orazione pi l'ucchiatura (per togliere il malocchio)

Il Malocchio e i suoi riti. Le formule popolari
Il “malocchio” o anche l’ “ Occhiatura” è forse una delle pratiche di medicina popolare, per usare un termine comune, piu diffuse e piu conosciute. Le regioni italiane che lo conoscono di piu e che piu ne fanno uso sono per certo quelle del Sud della nostra penisola (Campania, Puglia, ,sicilia.
Il termine che significa letteralmente “occhio maligno – mal’ occhio” indica qualsiasi stato di malessere psicofisico che possa essere generato da invidia e gelosia. Questi sentimenti verrebbero lanciate dal soggetto che le prova attraverso lo sguardo risentito e rimarrebbero appiccicate addosso all’oggetto (la persona) che le scatena.
I riti contro il malocchio sono svariati, ma tutti riconducibili alla stessa matrice. Le varie versioni si tramandano di generazione in generazione, solo in particolari giorni dell’anno : di solito la vigilia di Natale e il periodo della Quaresima…fondendo ancora una volta la religione con la magia popolare!
vi imparo una formula per liberarsi dal malocchio con le parole solamente senza fare uso del piatto acqua e olio.Quando vi sentiti guardati e credete che vi stanno lanciando il malocchio fatevi 3 volte il segno della croce e dire:'' ucchiatura scappisatura non fari mali a sta criatura pi lu sacru cuori di gesu'ottini a mari e non tunnari chiu'. Se mentre si recita la formula ci sono sbadigli o escono lacrime vuoldire che'si ha il malocchio e se viene recitata 3volte con fede e viene imparata la notte di natale ha il potere di liberare una persona dal malocchio.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento